Make your own free website on Tripod.com
GIORGIO GABER

LUIGI TENCO INSIEME A GIORGIO GABER (nella foto: Gaber è il primo a sinistra con la chitarra, Tenco ha il saxofono, Reverberi è al centro, con i baffi)

Giorgio Gaber era un altro dei giovanissimi amici di Tenco che in seguito divenne famoso.
Pur non essendo di Genova come gli altri, bensì di Milano, Gaber comunque frequentava il gruppo dei genovesi, quando questi salivano nel capoluogo lombardo, e in seguito anche a Genova.

L'ingresso di Gaber nelle vicende di Luigi risale al tempo in cui Tenco e Reverberi andavano a suonare al Santa Tecla, un locale di Milano.
Racconta Gianfranco Reverberi a Renzo Parodi:
"Entrai in contatto con un giovane di buona famiglia, suo padre me lo aveva affidato, si chiamava Giorgio Gaber. Aveva un problema alla mano sinistra e il medico gli aveva consigliato di suonare uno strumento"
Perciò entrò nel complesso di Reverberi e Tenco.
Dopo il Santa Tecla, Tenco, Gaber e Reverberi furono scritturati alla "Piccola Baita" di Genova, ma dopo poco tempo Gaber tornò a Milano a suonare nuovamente al "Santa Tecla".
Ci furono comunque altre occasioni di incontro, per Tenco e Gaber: i due si trovarono a suonare insieme a Stresa, al Grand Hotel Stella Alpina (in compagnia anche di Reverberi e Tomelleri).
Durante le pause, Tenco compose "Ciao ti dirò": siccome però Luigi non era ancora iscritto alla Siae, la canzone venne firmata da Gaber. Naturalmente, Gaber provvedeva a versare all'amico i proventi della Siae (che allora erano divisi in trimestri), così come risulta dalla seguente lettera, scritta nel 1960 (da "Il Secolo XIX" del 26 gennaio 1997):



Milano, 26 settembre 1960

Caro Luigi,

ti accludo il conticino delle percentuali sui trimestri che fino ad ora mi sono stati liquidati, a saldo del quale ti unisco assegno di . 2.397,=
Purtroppo è assai poco: si vede che le nostre fatiche non vengono apprezzate al giusto valore.... E consoliamoci pensando che siamo ... dei geni incompresi!
Io ti ricordo con affetto, e così pure i miei, e spero che in occasione di una prossima tua venuta a Milano si possa avere il piacere di averti qualche ora con noi.

Saluti a te ed a tutti i tuoi, nonché alla Famiglia Reverberi.

Cordialmente, tuo
Giorgio


1 trimestre 1959
2 e 3 " "
4 " "
1 trimestre 1960


già inviate a assegno
. 1.683,=
. 2.068,=
.    713,=
.    739,=
---------------------
. 5.203,=
"   2.806,=
---------------------
. 2.397,=


La collaborazione artistica tra Tenco e Gaber non finì qui. Dalla discografia dei due artisti sappiamo che Gaber incise nel 1959 "Bambolina" (firmata da entrambi) e "Canta" (firmata dal solo Tenco).
Inoltre, Tenco e Gaber, insieme ad Adriano Celentano, fecero una tournée in Germania (se volete saperne di più leggete la pagina dedicata all'evento).

Sull'argomento, di più non è possibile sapere perchè Gaber in vita non volle mai parlare di Tenco, ad eccezione delle uniche due interviste concesse "a caldo" subito dopo il Festival del 1967. Chi vuole leggerle, può andare in questa pagina.


HOME PAGE - WEB FORUM - E-MAIL