Make your own free website on Tripod.com
LE AMICIZIE

LUIGI TENCO E DANILO DEGIPO PER LE VIE DI GENOVA Ecco qui una lista di amicizie che Luigi Tenco ha coltivato durante la sua vita. Tra i primi amici, quelli conosciuti a Genova durante l'adolescenza: Bruno Lauzi, Gino Paoli, i fratelli Reverberi, Danilo Degipo (nella foto insieme a Tenco per le vie di Genova).
E poi anche, a maturità raggiunta, Fabrizio De Andrè, Paolo Villaggio e tanti altri...
In origine, la zona frequentata dal gruppo era delimitata da via Rimassa, via Cecchi, Corso Marconi, Piazza Rossetti. La "piazzetta", il principale punto di ritrovo, una sorta di "giardino delle fragole" era un angolo di giardino, ornato di platani, di via Cecchi, dove c'era anche il locale (bar Igea) frequentato dai membri della compagnia per tutti gli anni '50, e poi più sporadicamente negli anni '60, fino alla fine (le sue ultime ore genovesi, prima di salire sul treno per Sanremo, Tenco le trascorse proprio in questo bar, a giocare al terziglio con gli amici).
Ruggero Coppola tuttavia indica anche un altro primitivo punto di ritrovo, tra gli incroci "via Cecchi - Corso Torino" e "via della Libertà - via Magnaghi".

Altri luoghi d'incontro si aggiunsero con la crescita e il passare degli anni. Ad esempio, Giulio Frezza racconta a Renzo Parodi di aver conosciuto Tenco intorno al 1957/58: "Luogo della conoscenza, l'Accademia delle Belle Arti, frequentata anche da Paoli. Nel nostro giro c'erano anche Fabrizio De Andrè e Paolo Villaggio, Tenco scriveva canzoni ma era misconosciuto. Ci si vedeva al bar Giavotto, sotto i portici dell'Accademia, in piazza De Ferrari. A Luigi insegnai ad andare sott'acqua, facevamo immersioni a Punta Chiappa, a Pieve Ligure, alle Cinque Terre. Si divertiva. Era bravo, non aveva assolutamente paura".

Un altro amico, Galletto, ricorda come il punto di incontro alternativo fosse la magnifica villa in Albaro di un professore di italiano loro amico, Piero Repetto: "Tenco venne qualche volta, c'erano Paolo Villaggio, Fabrizio De Andrè, ecc. Si giocava a carte, si suonava, si chiacchierava. Altro punto canonico d'incontro era il bar gelateria Balilla di via Macaggi".

HOME PAGE - WEB FORUM - E-MAIL