Make your own free website on Tripod.com
LA BIOGRAFIA

1938 Il 21 marzo nasce a Cassine, in provincia di Alessandria, da Teresa Zoccola vedova Tenco. Il signor Giuseppe Tenco, morto in circostanze misteriose (pare per il calcio di una mucca alla tempia) esattamente 6 mesi prima, il 21 settembre 1937, non è però il vero padre di Luigi. La paternità, mai riconosciuta legalmente, era di un giovane che, nel dopoguerra, avrebbe intrapreso l'attività di avvocato e sarebbe deceduto nel 1985.
1948 La famiglia Tenco, composta dalla madre Teresa Zoccola, dal piccolo Luigi e dal fratello maggiore Valentino, si trasferisce a Genova, dove avvia una attività di commercio all'ingrosso di vini piemontesi.
Inizia a frequentare la scuola media (anno scolastico 1948/49).

1951/56 Si iscrive al Liceo Classico Andrea Doria, frequenta un solo anno (suo compagno di banco: Bruno Lauzi) e poi passa al Liceo Scientifico, prima al Cassini e poi al Galilei. Raggiunge la maturità il 29 luglio 1956, presentandosi come privatista. Si iscrive all'università, bienno propedeutico di Ingegneria.
1953/58 Forma parecchi gruppi musicali insieme ai suoi amici dell'adolescenza (tra i quali, Gino Paoli, Bruno Lauzi, Fabrizio De Andrè, Marcello Minerbi, Ruggero Coppola, i fratelli Reverberi): il repertorio è più che altro composto da musica jazz e dai primi esempi di Rock & Roll. Luigi suona dapprima il clarinetto, poi si specializza con il sax. I suoi idoli sono Jelly Roll Morton, Chet Baker, Gerry Mulligan, Paul Desmond, dai quali trae ispirazione.
1957 Conosce Marcello Minerbi (che negli anni '60 avrebbe fondato il gruppo dei Los Marcello's Ferials"). Viene preso insieme a Ruggero Coppola nel gruppo di Minerbi (che si chiama "Tony, Marcello e Max") e suona nei locali genovesi.
Va a suonare a San Pellegrino Terme insieme a Dino Siani e in seguito con Marcello Minerbi e Ruggero Coppola.
Va a suonare al Grand Hotel Stella Alpina di Stresa, nella band di Lino Patruno.

2 GIUGNO - supera l'esame Disegno 1, voto 20/30. In seguito fallisce per due volte l'esame di "Geometria analitica e proiettiva" (esaminato dal prof. Togliatti, fratello dell'allora segretario del Pci). Quindi cambia corso e si iscrive a Scienze Politiche.

1958 Tournée in Germania, con Celentano e Gaber.
Con Paoli ed altri amici forma il gruppo "I diavoli del rock".
Suona al Santa Tecla di Milano con Giorgio Gaber, Enzo Jannacci e Gianfranco Reverberi. Poi, nuovamente a Genova, con Gaber e Reverberi alla "Piccola Baita".

IN ESTATE - viaggio in Svezia insieme all'amico Giulio Frezza.

1959 Raggiunge a Milano Gianfranco Reverberi, che è stato assunto dalla Ricordi e che introduce Tenco negli studi di registrazione come strumentista. In breve tempo, passa dal saxofono alla voce: comincia ad incidere le prime canzoni, dapprima quelle scritte da altri, poi quelle di sua composizione.

24 MARZO - escono i primi 3 dischi 45 giri, per la Ricordi. Le canzoni sono "Mai", "Giurami tu", "Mi chiedi solo amore", "Senza parole". Si firma con il solo cognome.

17 GIUGNO - escono ancora 2 dischi 45 giri, con lo pseudonimo di Gigi Mai. Le canzoni sono: "Amore", "Non so ancora", "Vorrei sapere perché", "Ieri".

1960 18 GIUGNO - supera l'esame fondamentale di "Geografia politica ed economica", voto 24/30.

24 AGOSTO - gli viene rilasciata la patente automobilistica, categoria "C".

25 OTTOBRE - esce in 45 giri il primo successo: "Quando", firmato però dallo pseudonimo di Dick Ventuno.

1961 8 MARZO - esce un altro 45 giri con "Quando", questa volta con il suo vero nome e cognome. La seconda canzone è "Triste sera".

9 MARZO - esce il 45 giri di "Il mio regno" e "I miei giorni perduti".

8 MAGGIO - esce il 45 giri di "Una vita inutile" e "Ti ricorderai".

27 GIUGNO - supera l'esame complementare di Sociologia, voto 24/30. Non sostiene più esami e rimane iscritto all'università fino all'anno 1964.

LUGLIO - esce un 45 giri, con "Quando" e "Ti ricorderai".

3 OTTOBRE - esce un 45 giri con "Ti ricorderai" e "Se qualcuno ti dirà".

1962 25 GENNAIO - esce un 45 giri con "Come le altre" e "La mia geisha".

ESTATE - gira il film "La cuccagna", regia di Luciano Salce.

10 SETTEMBRE - esce il 45 giri con le canzoni del film "La cuccagna": "Quello che conta", "Tra tanta gente" (entrambe scritte da Luciano Salce ed Ennio Morricone) e "La ballata dell'eroe" (scritta dall'amico Fabrizio De Andrè).

OTTOBRE - intorno al giorno 10 esce nelle sale cinematografiche di tutta Italia il film "La cuccagna". Serate di gala per la presentazione del film e martellante pubblicità sui giornali.

11 NOVEMBRE - esce il suo primo 33 giri, dove troviamo "Mi sono innamorato di te", "Angela" e "Cara maestra". Pochi giorni più tardi, il 17 novembre, esce un 45 giri contenente le prime due canzoni.

FINE ANNO - tiene il provino per il ruolo di protagonista del prossimo film di Luigi Comencini: "La ragazza di Bube". Inizialmente viene scelto, ma poi verrà scritturato, per motivi di co-produzione, l'attore americano George Chakiris.

1963 PRIMO SEMESTRE DELL'ANNO - litiga con Gino Paoli per via del flirt con la giovanissima attrice Stefania Sandrelli, allora appena 17enne. I due cantautori rompono ogni rapporto e non si parlano mai più.

10 SETTEMBRE - esce l'ultimo 45 giri per la Ricordi: "Io sì" e "Una brava ragazza", entrambe dal testo troppo esplicito per l'epoca, e dunque subito censurate.

1964 1 GENNAIO - inizia la collaborazione con l'etichetta discografica Jolly (Joker).

15 APRILE - esce il 45 giri di "Ragazzo mio", canzone dedicata, a quanto pare, ad Alessandro (figlio di un suo amico, Roy Grassi). La seconda canzone è "No, non è vero".

NEL CORSO DELL'ANNO - prende parte allo sceneggiato della Rai-Tv "La comare".

1965 7 GENNAIO - dopo parecchi rinvii per motivi di studio, si arrende all'inevitabile e parte per fare il servizio militare a Firenze, nei Lupi di Toscana.

14 MAGGIO - esce il secondo album, contenente "Ho capito che ti amo", "Ragazzo mio" e la prima versione di "Vedrai vedrai".

13 OTTOBRE - scrive a Valeria la prima delle lettere conosciute dall'opinione pubblica.

DICEMBRE - compie una tournée di 10 giorni a Buenos Aires (Argentina) dove è atteso come ospite d'onore ad una trasmissione televisiva, la cui sigla è "Ho capito che ti amo", scritta da Luigi e popolarissima in tutto il Paese sudamericano. L'accoglienza che gli viene tributata supera quella riservata ai Capi di Stato.

22 DICEMBRE - alle ore 21 partecipa con gran successo allo show televisivo "Casino Philips", l'equivalente del nostro "Fantastico", trasmesso da Canal 13 (Argentina).

1966 1 GENNAIO - entra in vigore il contratto che lo lega alla etichetta discografica Rca.

11 MARZO - si congeda dal servizio militare.

ESTATE - una sua canzone "Lontano lontano" (diventata in seguito un ever-green) partecipa al concorso "Un disco per l'estate" e si piazza all'ultimo posto. Nemo propheta in patria.

AGOSTO - nella sede della Rca, a Roma, conosce la cantante italo-francese Dalida.

SETTEMBRE - visita di Luigi Tenco a Parigi, insieme ad alcuni funzionari della Rca, per presentare a Dalida la canzone "Ciao amore". Nasce l'idea della partecipazione di Tenco e Dalida al prossimo Festival di Sanremo.

AUTUNNO - partecipa alla trasmissione della Rai-Tv "Scala Reale", ovvero "Canzonissima 66". Gareggia nella squadra capitanata da Dalida.

NOVEMBRE (primi del mese) - rilascia una celebre intervista radiofonica ad Herbert Pagani di Radio Montecarlo.

NOVEMBRE (data imprecisata) - partecipa ad un dibattito sul tema "La canzone di protesta", tenutosi al "Beat 72" di Roma. Viene pesantemente contestato dai giovani presenti in sala.

18 NOVEMBRE - scrive a "Valeria" la seconda delle lettere note all'opinione pubblica. Esprime giudizi poco lusinghieri sul conto di Dalida.

27 NOVEMBRE - denuncia ai Carabinieri di Recco (Genova) l'acquisto di una pistola, Walther Ppk, calibro 7,65.

31 DICEMBRE - per il veglione di Capodanno, si esibisce alla "Casina Valadier" di Roma. Dimostra nervosismo e, quando gli spettatori coprono una sua canzone con il rumore delle trombette, si ferma per urlare "quelle trombette mettetevele nel culo".

1967 3 GENNAIO - per questioni legali, è costretto a cambiare il titolo della sua canzone da "Ciao amore" a "Ciao amore, ciao".

GENNAIO (data imprecisata) - tiene un recital all'Hotel Hilton di Roma e viene fischiato dal pubblico.

17 GENNAIO - scrive la terza (e probabilmente ultima) lettera a Valeria.

26 GENNAIO - partecipa al XVII° Festival di Sanremo, in coppia con Dalida. La sua canzone "Ciao amore, ciao" viene subito eliminata, prima dalle giurie (38 voti su 900) poi da una speciale commissione di "esperti".

27 GENNAIO - alle ore 2:15 circa, viene ritrovato morto da Dalida nella sua stanza d'albergo, la 219 nella dependance dell'Hotel Savoy di Sanremo.

30 GENNAIO - a Cassine (Alessandria) si svolge il funerale.


HOME PAGE - WEB FORUM - E-MAIL